In sintesi

  • Start Up Innovative

  • Italia

  • Minimo 100.000 €

  • Massimo 1.500.000 €

  • Finanziamento a tasso 0 80% spese ammissibili

Smart&Start Italia è l’incentivo che sostiene la nascita e la crescita delle startup innovative. Finanzia progetti compresi tra 100.000 euro e 1,5 milioni di euro.

A chi è rivolto

La misura finanzia le startup innovative costituite da non più di 60 mesi e iscritte alla sezione speciale del registro delle imprese.
Chi può chiedere un finanziamento:

  • startup innovative di piccola dimensione, costituite da non più di 60 mesi;
  • team di persone fisiche che vogliono costituire una startup innovativa in Italia, anche se residenti all’estero, o cittadini stranieri in possesso dello “startup Visa”;
  • imprese straniere che si impegnano a istituire almeno una sede sul territorio italiano

Agevolazioni

E’ offerto un finanziamento a tasso zero, senza alcuna garanzia, a copertura dell’80% delle spese ammissibili.
Le startup con sede in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia possono godere di un contributo a fondo perduto pari al 30% del mutuo e restituire così solo il 70% del finanziamento ricevuto.
Il finanziamento va restituito in 10 anni a partire dal 12° mese successivo all’ultima quota di finanziamento ricevuto.

Premialità

È previsto un punteggio aggiuntivo in fase di valutazione per le iniziative che

  • attivano collaborazioni con incubatori, acceleratori d’impresa, compresi gli innovation hub e gli organismi di ricerca;
  • operano al Centro-Nord e realizzano piani di impresa al Sud;
  • dispongono di un accordo di investimento con un investitore qualificato;
  • dispongono del rating di legalità.

Cosa finanzia

Sono finanziati piani di impresa con spese comprese tra 100.000 euro e 1,5 milioni di euro, per acquistare beni di investimento, servizi, spese del personale e costi di funzionamento aziendale.
Il progetto imprenditoriale deve possedere almeno una delle seguenti caratteristiche:

  • avere un significativo contenuto tecnologico e innovativo;
  • essere orientato allo sviluppo di prodotti, servizi o soluzioni nel campo dell’economia digitale, dell’intelligenza artificiale, della blockchain e dell’internet of things;
  • essere finalizzato alla valorizzazione economica dei risultati della ricerca pubblica e privata.

Alcuni esempi di spese del piano d’impresa:

  • Impianti, macchinari e attrezzature nuove di fabbrica;
  • Componenti hardware e software;
  • Brevetti, marchi e licenze;
  • Certificazioni, know-how e conoscenze tecniche direttamente correlate alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa;
  • Licenze e diritti relativi all’utilizzo di titoli della proprietà industriale;
  • Licenze relative all’utilizzo di software;
  • Progettazione, sviluppo, personalizzazione, collaudo di soluzioni architetturali informatiche e di impianti tecnologici produttivi;
  • Consulenze specialistiche tecnologiche;
  • Costi salariali relativi al personale dipendente, nonché costi relativi a collaboratori;
  • Servizi di incubazione e di accelerazione di impresa;
  • Investimenti in marketing e web marketing;
Ottieni la tua consulenza gratuita e senza impegno

Compila il form sottostante, un nostro consulente ti ricontatterà entro 24 ore

(Potrai cancellarli o chiederne una copia facendo esplicita richiesta a info@deluciaconsulting.com)

Potrebbero interessarti...
Bando Macchinari Innovativi: secondo sportello a partire dal 27 Aprile

Il Bando Macchinari innovativi mette a disposizione fondi per la realizzazione di programmi d'investimento diretti a consentire la trasformazione tecnologica Read more

Bando Macchinari Innovativi: invio delle Domande a partire dal 30 Luglio

Il Bando Macchinari innovativi mette a disposizione fondi per la realizzazione di programmi d'investimento diretti a consentire la trasformazione tecnologica Read more

Fondo perduto Decreto Rilancio

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato il modello di domanda per richiedere i contributi a fondo perduto previsti dal decreto Rilancio Read more

Progetti di Internazionalizzazione

Con il Bando “Progetti di Internazionalizzazione” la Regione Lazio intende supportare le Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI) nei processi Read more