In sintesi

  • PMI

  • Italia

  • Fondo perduto 40%

  • Finanziamento 100% spese ammissibili

  • Tasso agevolato

Grandi notizie per le aziende italiane che intendono esportare in Europa e che non hanno ancora usufruito dell’opportunità del “Bando Simest”

SIMEST ha confermato la riapertura del nuovo Fondo 394 in data 28 ottobre, introducendo nuovi elementi.

Il Fondo 394/81, uno strumento finanziato dall’Unione Europea attraverso il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), mira a sostenere l’internazionalizzazione delle Piccole e Medie imprese italiane con l’obiettivo di favorire la transizione digitale ed ecologica delle PMI italiane a vocazione internazionale.

Il Fondo è stato dotato di 1,2 miliardi € – di cui 400 milioni relativi alla quota di cofinanziamento a fondo perduto.

A chi è rivolto

La misura sostiene le attività delle PMI che esportano beni e prestano servizi all’estero.

Gli interventi

La finalità dello strumento è supportare la competitività internazionale delle PMI italiane finanziandone la transizione digitale ed ecologica.

Per questo, vengono fissate quote minime di spesa destinate a questa tipologia di investimento.

In particolare, sono stati istituiti tre nuovi finanziamenti:

  1. Transizione digitale ed ecologica delle PMI a vocazione internazionale:

È un finanziamento agevolato, dedicato alle PMI costituite in forma di società di capitali, con un fatturato export di almeno il 10% nell’ultimo anno o del 20% nell’ultimo biennio. Le risorse ottenute dovranno essere destinate per una quota almeno pari al 50% a investimenti per la transizione digitale e per la restante quota a investimenti per la transizione ecologica e la competitività internazionale. Lo strumento ha una durata di 6 anni, con 2 di pre-ammortamento, e un importo massimo finanziabile di 300mila € che non può comunque superare il 25% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati.

  1. Partecipazione delle PMI a fiere e mostre internazionali, anche in Italia, e missioni di sistema:

È un finanziamento agevolato per la partecipazione di PMI a un singolo evento di carattere internazionale, anche virtuale, tra: fiera, mostra, missione imprenditoriale e missione di sistema, per promuovere l’attività d’impresa sui mercati esteri o in Italia. Almeno il 30% del finanziamento deve essere destinato a spese digitali connesse all’evento, a meno che l’evento stesso non sia a tema digital o ecologico. L’importo massimo del finanziamento è pari a 150mila euro e non può comunque superare il 15% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati. Il periodo di rimborso è di 4 anni, con 1 anno di pre-ammortamento.

  1. Sviluppo del commercio elettronico delle PMI in Paesi esteri (e-commerce):

È un finanziamento agevolato, dedicato alle PMI costituite in forma di società di capitali, per la creazione o il miglioramento di una piattaforma propria di e-commerce o l’accesso a una piattaforma di terzi (market place) per la commercializzazione di beni o servizi prodotti in Italia o con marchio italiano. L’importo finanziabile va da 10 mila € fino a un massimo di 300 mila € per una piattaforma propria e fino a un massimo di 200 mila € per market place, senza comunque superare il 15% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati. La durata del finanziamento è di 4 anni con 1 anno di pre-ammortamento.

Condizioni

Per assicurare la massima diffusione degli interventi e consentire l’accesso a un più ampio numero di imprese, ogni azienda potrà presentare una sola domanda di finanziamento.

Sarà possibile per l’impresa richiedere un finanziamento a tasso agevolato (attualmente lo 0,055% annuo) con una quota di cofinanziamento a fondo perduto fino al 25%, nel limite delle agevolazioni pubbliche complessive concesse in regime di temporary framework, e senza necessità di presentare garanzie.

Il fondo perduto sale fino al 40% per le PMI che hanno almeno una sede operativa nel Sud Italia (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia); a queste imprese è altresì riservato il 40% della dotazione complessiva del Fondo, ossia 480 milioni €.

Modalità d’accesso

Il 28 ottobre alle ore 9:30 si aprirà il Portale operativo per la ricezione delle domande di finanziamento. Tuttavia, già dal 21 ottobre, si potranno pre-caricare i documenti di domanda firmati digitalmente.

Se hai bisogno di aiuto nella procedura di richiesta del contributo non esitare a contattaci compilando il form sottostante

Ottieni la tua consulenza gratuita e senza impegno

Compila il form sottostante, un nostro consulente ti ricontatterà entro 24 ore

(Potrai cancellarli o chiederne una copia facendo esplicita richiesta a info@deluciaconsulting.com)

Potrebbero interessarti...
Patrimonializzazione delle PMI

La legge di Bilancio 2021 ha rifinanziato i fondi SIMEST con 465 milioni di euro per l’anno 2021 e con Read more

Bando ISI INAIL 2020 – 2021

Il 30 Novembre 2020 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Bando ISI INAIL 2020 - 2021

Credito d’imposta R&S prorogato per il triennio 2020-22

Il Ddl. Bilancio proroga per il biennio 2021-2022  il Credito d'imposta per attività di Ricerca e Sviluppo.

Simest finanziamenti fino al 50% a fondo perduto

Dal 15 Giugno 2020 i finanziamenti erogati da SACE SIMEST, società per azioni del gruppo italiano Cassa Depositi e Prestiti attiva nell’export Read more